Skip to content

CDP ELETTRONICO SCARICARE


    Al cittadino che dal 5 ottobre richiede una formalità al PRA, per la quale è previsto il rilascio del Certificato di Proprietà, viene emesso un CdP. in modalità digitale sostituendo progressivamente, per le formalità richieste dalla suddetta data in poi, l'attuale documento cartaceo. Consulta il CdP Digitale . Automobiles - storiche e iniezione elettronica Mini Cooper SE - GUD CityLife Jeep Renegade Abarth 70 Anniversario Tutte le foto. Il certificato di proprietà digitale è un documento che viene rilasciato dal PRA. Progressivamente sta andando a sostituire il Cdp cartaceo. Dal 5 ottobre il CDP non è più cartaceo, ma disponibile soltanto nella ricevuta e inserito il codice fornito, si può scaricare il documento.

    Nome: cdp elettronico
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
    Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
    Dimensione del file:40.46 Megabytes

    Una rivoluzione che porta con sé cambiamenti rilevanti e, si spera, possibili vantaggi per gli automobilisti. Certificato di Proprietà Digitale Come detto una vera e propria rivoluzione, che prevede due passaggi fondamentali. Tre forme di consultazioni previste: Attraverso il QR code presente sulla ricevuta. In questa prima fase sarà possibile solo consultare il CDPD. Nei casi di variazione dello stato giuridico del veicolo un fermo amministrativo per esempio bisognerà ancora passare dal PRA, attraverso una visura realizzabile nelle strutture territoriali o via web.

    Il possesso della ricevuta non è sufficiente. Dal prossimo anno chi si registrerà al sito ACI potrà inoltre: Avere notifiche e avvisi sulla propria auto. Consultare il pagamento dei bolli. Avere accesso allo storico delle precedenti proprietà del veicolo. Poter effettuare visure al PRA tramite smartphone.

    Con la dichiarazione di fallimento il fallito perde il possesso del bene e ogni suo atto di disposizione diventa inefficace. Pertanto stanno arrivando le richieste dei bolli con preavviso di fermo amministrativo.

    Che dobbiamo fare? È sempre opportuno che il venditore verifichi che questo aggiornamento sia stato richiesto, come previsto dal codice della strada, operazione che peraltro viene effettuata dal in tempo reale con la contestuale consegna della carta di circolazione e del certificato di proprietà aggiornati.

    Certificato di proprietà sarà virtuale Il nuovo certificato di proprietà sarà virtuale e digitale. Si parte dai nuovi veicoli e poi a seguire con quelli usati. Il possesso della ricevuta non è sufficiente.

    Cdp digitale, come consultarlo sul sito ACI

    Dal prossimo anno chi si registrerà al sito ACI potrà inoltre: Avere notifiche e avvisi sulla propria auto. Consultare il pagamento dei bolli.

    Avere accesso allo storico delle precedenti proprietà del veicolo. Poter effettuare visure al PRA tramite smartphone.

    Da un lato i cittadini che si vedono consegnata al posto del vecchio certificato di proprietà cartaceo l'attestazione di avvenuta formalità, che hanno visto complicata la propria gestione dei documenti e che trovano difficoltà quando vogliono avere una stampa del certificato di proprietà, dall'altra gli operatori professionali che hanno subito delle modifiche operative la cui realizzazione ha comportato un'aumento del tempo necessario per espletare la singola pratica.

    Ricordiamo che le ragioni alla base della nuova normativa, oltrechè di semplificazione, avrebbero dovuto essere di risparmio di tempo e di denaro ma al momento gli effetti sono stati opposti, da qui le numerose proteste sfociate nella recente sentenza del TAR del Lazio che ha dichiarato l'illeggittimità della circolare nella parte in cui non consente all'interessato di ottenere un'originale cartaceo del certificato di proprietà del proprio veicolo, sentenza a cui l'Automobile Club ha proposto prontamente appello.

    La questione è stata ampiamente affrontata nell'articolo pubblicato al seguente link: Certificato di proprietà digitale; il TAR del Lazio lo boccia.

    Scopo di questa guida è di analizzare a fondo la nuova normativa, ed aiutare i cittadini ad approcciarsi al nuovo certificato di proprietà digitale.

    Dunque, cosa è il nuovo Certificato di proprietà digitale? Il nuovo certificato di proprietà digitale non è altro che il vecchio CDP in versione dematerializzata, non esiste più in forma cartacea ma solo in forma digitale ed è conservato negli archivi informatici del PRA. Esteticamente appare del tutto identico al formato cartaceo, con la medesima impostazione e gli stessi colori.

    E' possibile scaricarne una copia sul proprio computer, in tal caso la copia scaricata sarà in formato pdf.

    Il problema è che secondo la normativa introdotta, all'interessato non deve essere consegnata copia del certificato di proprietà digitale, ma la copia dell'attestazione di avvenuta presentazione della formalità.